Sito in vendita
Monsummano



Monsummano

AntroterapiaMonsummano terme è una piacevole località situata in provincia di Pistoia tra il monte Albano e il padule di Fucecchio. Di orgini antiche conserva le tracce della sua storia attraverso tre nuclei ben distinti che lo caratterizzano:

Monsummano Alto che costituisce la memoria storica del paese e che conserva l'unico torrione superstite e la pieve di San Niccolò
Montevettolini caratterizzato dalla villa Medicea sullo sfondo di una vasta tenuta agricola
Monsummano Terme svilupatosi intorno al santuario di Santa Maria di Fontenuova e che in tempi relativamente recenti è divenuto popolare grazie ai vapori curativi delle sue grotte.

Storia dello stabilimento termale

FangoterapiaOriginariamente il primo stabilimento termale nacque nelle vicinanze di grotta Parlanti, una caverna nota già intorno al '700 per i vapori esalati dalla sorgente di acqua termale al suo interno. Quest'acqua è stata catalogata come salso-solfato-alcalino-terrosa è sgorga ad una temperatura di 34 gradi e sono indicate nei disturbi dell'apparato respiratorio, osteoarticolare, nelle affezioni dell'apparato urinario.

Oltre alla terapia in grotta queste acque sono utilizzate con massaggi, fanghi e in vasche termali ozonizzate.

Attualmente in fase di ristrutturazione e ampliamento a causa del numero sempre crescente di visitatori che vogliono approfittare dei cicli termali ad essa collegati al fine di ottenere un ampliamento dei servizi ma anche delle strutture ricettive nelle vicinanze.

Cure termali, fangoterapia, balneoterapia e inalazioni

MassaggiIl secondo stabilimento si trova in corrispondenza della grotta Giusti, scoperta nel 1849, più profonda e ricca di formazioni calcaree. L'acqua sgorga a 34 gradi e viene classificata come bicarbonato-solfata con temperatura e umidità via via crescenti, cui corrisponde la distinzione dei 'bagni a vapore' in: Paradiso, Purgatorio e Inferno; nel Limbo, un pittoresco laghetto termale invita a un bagno rilassante.

Le acque di quest'ultima grotta sono utilizzate nella fangoterapia, nella balneoterapia in vasche arricchite di ozono per stimolare il metabolismo cellulare dei vasi sanguigni e trovano applicazione anche in campo inalatorio termale.